"Capitan Grisam e l'Amore" di Elisabetta Gnone

Buongiorno lettori, 
oggi vi parlo di un libro che, inizialmente, mi ha conquistata per le sue illustrazioni, e poi per il contenuto che sì, dovrebbe essere rivolto ai bambini, ma che riesce a rapire anche l'attenzione degli adulti. Si tratta di "Capitan Grisam e l'Amore" di Elisabetta Gnone, il primo dei quattro misteri legati alla trilogia di Fairy Oak.


"Gli animali ci insegnano che l'amore è una cosa naturale e meravigliosa e che non ha bisogno di altro che di un po' di istinto e spontaneità"

Trama.

In una grotta segreta, nascosta fra le cascate ghiacciate dall’inverno, cinque giovani amici aprono un antico baule e liberano una storia che per molti anni era stata chiusa e dimenticata, volutamente dimenticata! Un mistero avvolge il passato di colui che diceva d’essere un comandante valoroso e toccherà a Vaniglia e Pervinca e al giovane mago Grisam, alla buffa Flox, e all’intera Banda del Capitano scoprire la verità su William Talbooth. Pochi indizi, inattese scoperte e laconici ricordi aiuteranno i ragazzi a ricomporre i pezzi di un passato sepolto che a tratti appare oscuro e addirittura spaventa. Eppure, l’immagine che lentamente si ricomporrà davanti agli occhi meravigliati delle gemelle e dei loro compagni, ciò che esce dalla nebbia del mistero, sembra avere gli occhi e il sorriso dell’amore. Chi era davvero il Capitano? E da chi stava tornando quando la sua nave ha fatto naufragio davanti alle coste del villaggio fatato? E perché da quando il baule è stato aperto tutti sembrano avere una storia d’amore da raccontare? Il finale è lieto, ma non privo di sorprese e una soprattutto farà battere il cuore di Vaniglia...

Perché leggerlo?

Credo che a tutti, a volte, serva tornare un po' bambini, giocare con l'immaginazione, e questo libro è la chiave per entrare in un mondo magico, dove piccoli e adulti possono stare sereni e al sicuro dal male che li circonda.
"Capitan Grisam e l'Amore" è una bellissima avventura, appassionante e coinvolgente, dove buoni sentimenti e saggi insegnamenti la fanno da padrone e servono quasi da monito per i più grandi. 
C'è un mistero da svelare, ci sono dei "cattivi" da combattere, ma soprattutto si tratta di un percorso alla ricerca del vero significato dell'Amore.

"Il vero amore è solido come una roccia e sopravvive al tempo e alla distanza. Non lo dico io, lo sostengono i fatti"

Ho trovato adorabili tutti i personaggi sapientemente creati e caratterizzati dall'autrice: hanno tutti delle adorabili peculiarità, delle fragilità che da debolezze diventano punti di forza. 
Infine, come vi ho già accennato ciò che rende spettacolare questo volume, come i precedenti, sono le illustrazioni magnificamente curate e dai colori brillanti. Sfogliando le pagine, tra disegni in bianco e nero e colorati, sembra davvero di trovarsi nel magico mondo di Fairy Oak e difficilmente, arrivati alla fine, ci si vuole allontanare da quell'oasi di pace!





"L'amore è quella cosa misteriosa 
in fondo ai cuori 
che ti fa parte dell'eternità."



Commenti

Post popolari in questo blog

{ Recensione } "Eppure cadiamo felici" di Enrico Galiano

"Favole fuorilegge" di Nicolai Lilin

Recensione - "Nessuno può volare" di Simonetta Agnello Hornby