"Ti amo per caso" di Brittainy C. Cherry

Buongiorno cari,
l'anno scorso con "L'amore arriva sempre al momento sbagliato" ho scoperto la penna di Brittainy C. Cherry. La storia mi aveva particolarmente colpita ed emozionata (diventando uno dei miei romance preferiti), dunque ero curiosa di leggere "Ti amo per caso", primo capitolo della serie Elements, e anche questa volta, a lettura conclusa, il risultato è stato un mix di lacrime e occhi a cuoricino.



"Anche quando faceva male il cuore, leggere un libro che parlava d'amore mi regalava sempre un po' di ottimismo. Quelle pagine in qualche modo mi ricordavano che forse, un giorno, sarei stata di nuovo bene. Forse, un giorno, si sarebbe sistemato tutto."


Trama.

Hai presente quello spazio che c’è tra un incubo e un bellissimo sogno? Quando il domani non arriva mai e il passato non fa più male? Sì, proprio dove il mio cuore batte allo stesso identico ritmo del tuo, il tempo non esiste ed è facile respirare? È lì che voglio vivere con te».
Mi avevano messa in guardia su Tristan Cole.
«Stai lontana da lui», mi diceva la gente. «È crudele». «È freddo».
È semplice giudicare un uomo dal suo passato. Troppo facile guardare Tristan e vedere un mostro. Ma io non potevo farlo. Ho riconosciuto il male che si portava dentro, perché era simile a quello che viveva in me. Eravamo due persone svuotate. Entrambi alla ricerca di qualcosa di diverso. E insieme abbiamo deciso di provare a riunire i frammenti del nostro passato. Poi, forse, avremmo potuto finalmente ricordarci di respirare…

Perché leggerlo?

Ciò che voglio trasmettervi con le mie parole sono le emozioni che mi ha suscitato questa lettura perché solo così capirete il motivo per il quale le storie scritte da Brittainy C. Cherry sono tanto speciali.
Come dice la trama, i protagonisti di "Ti amo per caso" sono due persone devastate dal dolore e sin dalla prima pagina, noi stessi percepiamo lo stato d'animo di Tristan e Liz. 
Credetemi quando vi dico che in più occasioni questo libro mi ha spezzato il cuore, anche perché il passato di Tristan e la tenerezza di Emma, la figlia di Liz, mi hanno completamente coinvolta e commossa.
A mio parere il punto forte del romanzo sono proprio i personaggi infatti. Tristan all'apparenza è un uomo burbero, inavvicinabile, considerato pericoloso; tiene tutti lontani perché non vuole ferire nessuno, soffre in solitudine. 
Elizabeth, sebbene devastata, non si arrende al dolore perché ha una ragione per continuare a vivere: Emma, una meravigliosa bambina dotata di una particolare sensibilità che è impossibile non amare.
Liz fin da subito è attirata dalla figura di Tristan, ma il loro primo incontro non è propriamente idilliaco: l'uomo fa di tutto per farsi odiare, ma non ottiene l'effetto sperato. Con il passare del tempo infatti, il loro rapporto diventa particolare, inizialmente si "usano" a vicenda per ricordare le persone che non sono più al loro fianco, fino a quando il dolore viene in parte alleviato e l'affetto che nutrono l'uno per l'altra diventa sempre più forte.
Anche in questo caso, Brittainy C. Cherry racconta una storia di sofferenza e crea per i protagonisti un intreccio di situazioni difficili da affrontare, ma forse è questo che rende il finale così emozionante.
Sono sicura che anche voi amerete "Ti amo per caso" tanto quanto me, che odierete la volgarissima migliore amica di Liz come ho fatto io e che "adotterete" Tristan come fidanzato di carta. 

"Penso che ci siano due libri al mondo che tutti dovrebbero leggere, perché ti insegnano praticamente tutto quello che si deve sapere della vita: la Bibbia e Harry Potter"

Con questa frase il protagonista maschile mi ha rubato il cuore...peccato non sia reale!

Avrete capito che vi consiglio di correre in libreria ad acquistare questo libro perché è una lettura catartica, che fa bene al cuore, e che fa riflettere sull'importanza di concedere, e concedersi, seconde occasioni nella vita.

E ora, come sempre, vi lascio con una canzone...






Commenti

Post popolari in questo blog

{ Recensione } "Eppure cadiamo felici" di Enrico Galiano

"Favole fuorilegge" di Nicolai Lilin

"Nessuno può fermarmi" di Caterina Soffici - Intervista all'autrice