Blogtour - "Volevo solo amore" di Anna Ieva e Anna Grieco - Personaggi e generazioni a confronto


Buongiorno lettori!
Come vedete dal banner, anche questa settimana sono lieta di portarvi con me alla scoperta  di un nuovo libro, "Volevo solo amore" di Anna Ieva e Anna Grieco, in uscita l'8 marzo.


Uscita: 8 marzo 2018
Pagine: 190
Prezzo: 2,99 (ebook)


Trama

Claudia nasconde dentro di sé un segreto di cui ogni giorno porta il peso e che ha condizionato fortemente il suo relazionarsi con gli uomini. Alla soglia dei quarant’anni, tutta la sua vita sembra andare a rotoli: non ha un lavoro fisso, sta divorziando da un marito fedifrago e il figlio maggiore ha deciso di andare a vivere con il padre. La proposta di insegnare in un liceo di Torino sembra la classica manna dal cielo e Claudia non esita ad accettare l’offerta, convinta che un cambio radicale non possa farle che bene. Ma è qui che il destino entra in gioco, mettendo sulla sua strada Marika Gori. 
Marika ha soli sedici anni, ma ha già provato il dolore di una vita intera sulla sua pelle. Da quel momento, Claudia non potrà più restare indifferente: lotterà per la bambina che è stata e alla quale hanno crudelmente strappato l’innocenza e per quella ragazza appena conosciuta che si è già conquistato un posto così speciale nel suo cuore. 
Scoprendo che, se anche dimenticare è impossibile, forse perfino dalle ferite più grandi si può guarire. 
Grazie all’amore...


Personaggi e generazioni a confronto

Il titolo della mia tappa potrebbe essere fuorviante perché magari vi aspettate di scoprire tutti i personaggi del libro, quelli femminili e quelli maschili. Ma in realtà ho scelto di parlarvi solo di Claudia e Marika, perché sono loro le protagoniste assolute di questo racconto, vere eroine che convivono col proprio dolore e lottano per non soccombere.
Due generazioni a confronto le loro: Claudia ormai matura, l'esistenza segnata dalla violenza subita da piccola, alla prese con una famiglia che sta andando in frantumi, e Marika, adolescente fragile e visibilmente ferita, che cerca di nascondere quello che prova e soffre in silenzio.
Sono rimasta molto colpita, e sono sicura che sarà così anche per voi, dalla personalità di Claudia. Lei, infatti, riuscirà ad essere per Marika la figura di riferimento che lei non ha avuto nel momento del bisogno e insieme supereranno le violenze che hanno subito.
Del resto, forse, è proprio la differenza di età a fare la differenza (perdonate il gioco di parole) nelle vite delle due donne.
Claudia subisce le violenze negli anni '90 e, anche se non parliamo di preistoria, la sensibilizzazione verso temi come la violenza contro le donne era minore rispetto ad oggi. Non ricordo tanti servizi del tg dedicati al tema, né molte interviste rilasciate da chi aveva subito violenze indicibili. Ma con gli anni la situazione è cambiata, anche perché purtroppo sembra esserci stata un'escalation di episodi di violenza che hanno visto donne come vittime. Anzi, non è proprio così. Saranno anche aumentati i casi, ma penso che le donne siano diventate più consapevoli e che abbiano deciso di tirare fuori tutta la loro forza e il loro coraggio. Ecco perché Claudia incoraggia Marika a denunciare, a fare quello che non ha potuto fare lei. 
Per quanto riguarda Marika, la paragonerei ad un fiore delicato, bisognoso di cure; e per fortuna viene prontamente "salvata" da Claudia che non la aiuterà solamente a guarire dalle ferite che hanno segnato la sua giovane vita, ma anche ad aprirsi al mondo, a mostrarsi per la meravigliosa ragazza che è.
Leggete assolutamente "Volevo solo amore" di Anna Ieva e Anna Grieco, perché parla di Amore, trasmette emozioni forti e racconta una storia vera in cui molte donne si potrebbero riconoscere. 

****
Il blogtour è iniziato solo ieri, quindi continuate a seguirci perché...


ci sono 4 copie digitali del romanzo in palio in un bellissimo giveaway!
Scoprite qui le regole per aggiudicarvele.


Ed ecco alcune info in più sulle autrici:

Anna Ieva ha 50 anni e vive ad Andria. Amante della poesia, alcuni suoi componimenti sono stati inseriti in un’antologia poetica pubblicata da Emozioni Edizioni. Questa è la prima volta che si cimenta nella scrittura di un romanzo. Ama la natura e i suoi due figli e odia l’ipocrisia. Attenta osservatrice delle problematiche femminili.
Anna Grieco, 45 anni, è nata nella ridente Puglia. Editor, madre e moglie a tempo pieno, le sue più grandi passioni sono la scrittura, la cucina, i libri e le serie tv. Ha diverse pubblicazioni al suo attivo, tra romanzi e racconti. Alcuni titoli: la saga La capoclan, edita Harper Collins Italia: (Il filo del tempo, Inscindibili Legami e Indomabile desiderio); la serie Le cronache degli arcangeli, sempre edita Harper Collins Italia: (La cacciatrice, La transizione, Il sacrificio); Vendetta d’amore e Piccante e delizioso, editi Leggereditore; I signori dell’arena, finalista del Premio Letterario La penna blu Edizioni; Vortice di passioni; Changeling; L’ordine delle sette spade; Un principe da (odiare) amare; Sei mia; Blood Moon; Il vaso di Pandora; Desiderio eterno; L’ira di Apollo; Vlad Dracul; Lacrime di sangue; Tenebra e luce; Stavros; La voce del cuore; Spiriti nella cattedrale; Bestia; Cassandra Prophecies; Natale rosso sangue; Speranza; curatrice dell’antologia Storie di dèi e di eroi, edita GDS Edizioni.


Commenti

  1. Grazie per la bella ospitalità e un gran bell'articolo, complimenti! Spero tanto che questo romanzo serva da sprone a chi in questo momento sta vivendo delle situazioni analoghe. Perché non si può rimanere in silenzio davanti a cose del genere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero anche io! In ogni caso racchiude in sé un bellissimo messaggio che arriva al cuore di tutti i lettori.

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

{ Recensione } "Eppure cadiamo felici" di Enrico Galiano

Recensione - "Nessuno può volare" di Simonetta Agnello Hornby

"Favole fuorilegge" di Nicolai Lilin