"La libreria dei desideri" di Claire Ashby

Buongiorno lettori!
Oggi vi voglio parlare di un libro che ha attirato la mia attenzione per la sua stupenda cover, "La libreria dei desideri" di Claire Ashby. 




"Tuttavia, come un bel libro dal quale non riuscivo a staccarmi, volevo saperne di più di Theo"


Trama

Meg Michaels, giovane proprietaria di una libreria, si sta leccando ancora le ferite per aver chiuso, una dopo l’altra, due storie con due uomini sbagliati. Durante una festa a casa di amici conosce Theo Taylor, un medico dell’esercito in congedo, che per puro caso scopre il suo segreto: Meg è incinta. Theo è stato ferito in guerra e sembra un tipo scontroso e orgoglioso, ma nasconde in realtà un lato dolce, discreto e premuroso. Tra i due, giorno dopo giorno, nasce un legame strano, fatto di dettagli e confessioni, di comprensione… e di una straordinaria attrazione fisica che coglie entrambi di sorpresa. Tra uno scaffale da riordinare, una pila di bestseller da spolverare e una vita che nasce, Meg sarà capace di darsi di nuovo la possibilità di essere felice?

La mia opinione 

Credevo che questo libro mi avrebbe rapito completamente e invece non è stato così. Mi ha sicuramente emozionata, e le lacrime nel finale non sono mancate, però, soprattutto nella prima parte, avrei voluto che l'autrice si concentrasse più sui sentimenti che sugli sbalzi ormonali della protagonista!
A parte questa lieve pecca, la storia di Meg e Theo è veramente delicata. Il lettore avverte subito il senso di precarietà della loro situazione, e infatti, mi sono spesso trovata a scorrere velocemente le pagine per scoprirne l'evoluzione.
Claire Ashby, però, non si limita al racconto della storia d'amore, e descrive anche le dinamiche interne alla famiglia di Meg, rendendo così comprensibili alcuni suoi comportamenti abbastanza discutibili. 
Il personaggio di Theo, poi, è sorprendente, perché, sebbene ferito non solo fisicamente ma anche nell'animo, è capace di provare fin da subito un fortissimo istinto di protezione nei confronti di Meg e del suo bambino.
Quello che però mi porta a consigliare questo racconto è il fatto che ci sono dei costanti rimandi ai libri, al potere curativo della lettura e alla bellezza delle parole. 
A questo proposito, nel libro troverete citato E.E. Cummings. Non vi voglio svelare l'importanza che avrà nel racconto, ma dato che dopo la lettura sono andata alla ricerca delle sue poesie, desidero condividerne una con voi.

Fidati del tuo cuore

Fidati del tuo cuore anche se il mare prende fuoco.
E vivi per amore anche se le stelle camminano all’indietro.
Credi nell’impossibile ed ama con tutto te stesso,
perché niente è più bello dell’amore…
ama finché c’è vita,
finché c’è un cuore di ghiaccio o di fuoco che sia,
che palpita e crede ancora…
che vuole credere ancora!


Infine, lo sapete, la mia recensione non può finire senza colonna sonora (qui).





And when the daylight comes, I'll have to go 

But tonight I'm gonna hold you so close. 

Cause in the daylight we'll be on our own 

But tonight I need to hold you so close.



P.s. Le parole non le ho scelte a caso. Leggete il libro e capirete! 

Commenti

  1. Come te, sono stata colpita dalla cover, ma la trama non mi ha convinto a tal punto da desiderarlo... bellissima la poesia di Cummings! *-* A presto! :)

    RispondiElimina
  2. Se devo essere sincera, é una lettura da fare se non hai nient'altro da leggere! Quindi, nel caso, la puoi recuperare con calma :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

{ Recensione } "Eppure cadiamo felici" di Enrico Galiano

"Favole fuorilegge" di Nicolai Lilin

Recensione - "Nessuno può volare" di Simonetta Agnello Hornby