"La notte che ho dipinto il cielo" di Estelle Laure

Buondì lettori,
non so voi, ma quando io, in libreria, mi sono trovata davanti questo libro e ne ho letto la trama, è stato amore a prima vista. Così, sapendo di dovermi trasferire a breve e non potendo portare con me numerosi cartacei, ho deciso di acquistarlo in ebook. E non potevo fare scelta migliore!
"La notte che ho dipinto il cielo" è un romanzo delicato, che tratta temi importanti, e che invita il lettore a non perdere mai la speranza.




"Non ho mai pensato che le cose potessero cambiare. Non sapevo ancora che tutto cambia, sempre. È una legge dell'universo. Vorrei che qualcuno me lo avesse detto."


Trama

Per Lucille, diciassette anni e una passione per l’arte, l’amore ha il volto della sorellina Wrenny. Wrenny che non si lamenta mai di niente, Wrenny che sogna un soffitto del colore del cielo. E poi ha il volto di Eden. Eden che è la migliore amica del mondo, Eden che sa la verità. Quella verità che Lucille non vuole confessare nemmeno a se stessa: sua madre se n’è andata di casa e non tornerà. Ora lei e Wrenny sono sole, sole con una montagna di bollette da pagare e una fila di impiccioni da tenere alla larga. Prima che qualcuno chiami i servizi sociali e le allontani l’una dall’altra. 
Ma è proprio quando la vita di Lucille sta cadendo in pezzi che l’amore assume un nuovo volto: quello di Digby. Digby che è il fratello di Eden, Digby che è fidanzato con un’altra e non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti. O forse sì? 
L’unica cosa di cui Lucille è sicura è che non potrebbe esserci un momento peggiore per innamorarsi… 

La mia opinione

Lucille è una forza della natura, una ragazza magnifica, che si trova a dover far fronte ad una situazione davvero delicata. Le sue coetanee vanno alle feste, si godono quella spensieratezza che si addice alla loro età, mentre lei prende la vita di petto, si rimbocca le maniche e cerca di fare il possibile per non far mancare nulla alla sua sorellina.
Ciò che ho trovato davvero commovente in questa storia è, oltre al carattere battagliero di Lucille, il fatto che al suo fianco incontriamo varie figure estremamente positive e pronte a fare di tutto pur di aiutarla.
Eden, è quel tipo di amica che ti basta avere vicino per sentire di essere invincibile, e la sua presenza sarà fondamentale per Lucille durante l'evolversi dell'intera vicenda.
Digby è il ragazzo che tutte vorremmo avere (a parte il "piccolo" dettaglio che è fidanzato con un'altra) perché si dimostra sempre disponibile, pronto a compiere grandi gesti pur di far sorridere Lucille. La relazione fra i due sarà veramente complicata perché da una parte, Digby si ritrova ad affrontare un profondo conflitto interiore dato che si sente legato a due persone allo stesso tempo, e dall'altra c'è Lucille che, seppur pazzamente innamorata di lui, non perde mai quel piglio combattivo che la contraddistingue.
E infine ci sono degli angeli che vegliano su Lucille e Wrenny . Leggendo capirete cosa intendo, e sarete divorati dalla curiosità di scoprire la loro identità, ma soprattutto, inizierete a sperare di trovare sulla vostra strada delle persone così, che aiutano il prossimo per semplice bontà e non per averne un tornaconto.
Quindi, preparate i fazzoletti, aprite il vostro cuore ai buoni sentimenti e iniziate la lettura di questo libro! Non ve ne pentirete!


Anche stavolta ho pensato ad alcune canzoni e le ho collegate ai vari legami tra i personaggi.

  • Lucille & Eden 




  • Lucille & Digby




  • Gli angeli







Commenti

Post popolari in questo blog

{ Recensione } "Eppure cadiamo felici" di Enrico Galiano

"Favole fuorilegge" di Nicolai Lilin

"Nessuno può fermarmi" di Caterina Soffici - Intervista all'autrice