"Danza per me" di Emily Pigozzi

Buon lunedì cari lettori!
Voglio iniziare la settimana parlandovi di "Danza per me" di Emily Pigozzi, un titolo della collana Youfeel di Rizzoli libri. 


"Però puoi scegliere se lasciarti andare, se vivere un'avventura. Ecco quello che ti offro. Pura vita".


Trama.

Fin da bambina Bianca ha un sogno: diventare una famosa ballerina classica. Per questo studia duramente all’Accademia della Scala. Nella sua vita sembra non esserci posto per l’amore, il suo corpo è solo uno strumento per la danza. Ma un giorno, in seguito a un provino andato male, una delle sue insegnanti le spiega che il suo modo di ballare è corretto ma meccanico, senza sentimenti. Delusa e piena di dubbi, Bianca decide di partire e per caso, complici un treno guasto e un black-out, conosce Max. Giovane, bellissimo ed enigmatico, per Bianca è naturale confidargli i suoi problemi e le sue paure. Max le fa una proposta: sparire con lui per pochi giorni. Le insegnerà il gusto dell’amore e della sensualità. E subito dopo i due dovranno salutarsi, per non rivedersi mai più. Ma non sempre la vita va come previsto, spesso lo spettacolo è diverso dalle prove. Dopo quei pochi giorni nulla è più come prima: Bianca e Max si ritroveranno invischiati in una spirale di passione e di desiderio dalla quale sembra impossibile uscire, per quanto la vita provi a dividerli per sempre. Un romanzo delicato e sorprendente, una passione che sboccia in punta di piedi e diventa un maestoso e sensuale passo a due. 

Perché leggerlo?

Se non avete mai letto nulla di Emily Pigozzi, dovete rimediare (date un'occhiata anche qui), perché è un'autrice che ha la capacità di creare storie che ti rapiscono e che ti donano un sorriso, permettendoti di staccare la spina dalla quotidianità per qualche ora.
Mi verrebbe da dire che ci sono due protagoniste in questo libro, Bianca e la danza, ma in realtà sono una cosa sola. Bianca vive per il ballo e non si concede nessuna distrazione, ma proprio per questo, la sua presenza scenica ne risente, manca di passione. È un personaggio che mi ha fatto molta tenerezza perché da ciò che ci racconta appare evidente che è una ragazza bisognosa di affetto, che non ha trovato nella sua famiglia, ma in parte nella coppia di amici, Leo e Valerio, che vivono con lei. Ma non basta, le serve sperimentare l'amore.
Ed ecco che entra in scena Max, affascinante sconosciuto, che con una proposta indecente conquista fin da subito Bianca. Per lei saranno gioie e dolori perché finalmente danzerà con passione e sentimento, ma allo stesso tempo, dovrà sopportare il continuo apparire e scomparire di Max nella sua vita. C'è una spiegazione a questo strano e misterioso comportamento...non vi resta che scoprirla!
Consiglio questa storia alle amanti delle storie legate alla danza, a chi conosce a memoria tutti i vari "Save the last dance", "Step up" o "A Time for Dancing", e a chi ama perdersi nel mondo delle scarpette e dei tutù!



"I'm dancing in the room
as if I was in the woods with you
No need for anything
but music
Music's the reason why
I know time still exists
Time still exists
Time still exists
Time still exists"


Commenti

  1. Grazie! E sai una cosa? Dancing di Elisa è perfetta, l'ho sempre pensato ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

{ Recensione } "Eppure cadiamo felici" di Enrico Galiano

"Favole fuorilegge" di Nicolai Lilin

Recensione - "Nessuno può volare" di Simonetta Agnello Hornby